la città dimenticata

« L’œil véritable de la terre, c’est l’eau. Dans nos yeux, c’est l’eau qui rêve. Nos yeux ne sont-ils pas « cette flaque inexplorée de lumière liquide que Dieu a mise au fond de nous-mêmes » ? [Claudel, L’Oiseau noir dans le Soleil levant]. » Gaston Bachelard, L’eau et les rêves (1942)

la città dimenticata © Sabrina Aureli
digital artwork

La contemplazione dinnanzi agli specchi d’acqua è perché l’acqua è già di per sé l’occhio con cui il mondo si contempla. La visione onirica è fragile ed evanescente come è la dimensione originaria dell’essere dell’uomo di fronte al mondo e dell’apparire del mondo all’uomo.
Nel vedere la propria figura riflessa nell’acqua la bagnante vede un altro mondo ancora rispetto a quello della percezione che ci sta davanti.
L’immaginazione si sviluppa lungo due assi, uno orizzontale che procede in superficie e rappresenta il nostro spirito spinto a cercare la sorpresa, l’altro verticale che scende in profondità per giungere ad una sorta di topografia del nostro essere intimo. L’acqua è rappresentativo della madre che ci aspetta e ci accoglie perché lei è la nostra prima casa ed è sinonimo di intimità protetta, è il primo spazio vitale,

il nostro angolo del mondo. Sabrina Aureli

Contemplation before the mirrors of water is because water is already in itself the eye with which the world is contemplated. The dream vision is fragile and evanescent like the original dimension of man’s being in front of the world and the appearance of the world to man.
In seeing his own figure reflected in the water he sees yet another world than that of the perception that lies in front of us.
The imagination develops along two axes, one horizontal which proceeds on the surface and represents our spirit pushed to seek surprise, the other vertical which descends in depth to reach a sort of topography of our intimate being. Water is representative of the mother who awaits us and welcomes us because she is our first home and is otherwise a protected intimacy, it is the first living space, the corner of the world.





Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...